Crea sito

TV

Guida alla lettura

La raccolta comprende la parte più politica e al tempo stesso più ludica di questi scritti, basata sulla considerazione per cui la televisione è lo specchio più completo d’una realtà di cui non potremmo quasi mai essere i testimoni diretti; di conseguenza è inevitabile che la nostra conoscenza mediata del mondo sia traducibile attraverso uno sguardo che potrà variare dal farsesco all’ironico, ma costretto in ogni caso alla dimensione irridente che merita la realtà che ci viene quotidianamente distribuita con la pomposa etichetta di informazione.
Gli scritti dedicati alla televisione appartengono in parte agli Anni Novanta, ma per lo più a una rubrica redatta per «Cineforum» fra il 2000 e il 2008, intitolata TIVUTARGETS: 77 “pezzi”, editi a cadenza mensile, dieci per anno, raggruppati per annate, di cui si consiglia, nel caso, una lettura graduata, per via di inevitabili ripetizioni e un sostanziale girare attorno agli stessi argomenti. Alcune osservazioni, strettamente legate all’attualità dell’epoca, possono oggi apparire criptiche (io stesso non ricordo sempre i dettagli e fatico a ricordare i riferimenti); tuttavia l’ambiente culturale e politico in cui sono nate è cambiato solo in minima parte, al punto che esse potrebbero essere scritte o riscritte oggi. Penso che anche questa raccolta sia utile a testimoniare un’epoca tra le più critiche dell’ultimo mezzo secolo.

 

Le immagini non hanno riferimenti precisi, né tanto meno cronologici, ai testi: il solo legame che le unisce a questi è che si tratta in ogni caso di televisione.